Credito d’imposta per ricerca e sviluppo

Cos'è il credito d'imposta?

Agevolazione credito d'imposta per ricerca e sviluppo

Sapevi che esiste un'agevolazione sul credito d'imposta per la ricerca e sviluppo?

Grazie alla ricerca e sviluppo puoi recuperare il 50% delle spese sostenute per l'innovazione aziendale, direttamente tramite il credito d'imposta.

In altre parole se la tua Azienda fattura almeno 600.000€ annui, puoi realizzare un progetto di ricerca e sviluppo pari al 10-15% del tuo bilancio e decurtarne il 50% come credito d’imposta.

Che cos'è il credito d'imposta? "Il credito d'imposta è una riduzione sulle tasse da versare allo Stato".

Grazie alla partnership con l’Università Carolina Albasio - Centro Studi e Ricerche dei Laghi, la tua azienda può aderire ad un programma per l'agevolazione di INDUSTRIA 4.0 per la ricerca e sviluppo interamente seguito da uno o più ricercatori del Centro Ricerche.

Utilizza il credito d'imposta per attività di ricerca e sviluppo
Utilizza il credito d'imposta per attività di ricerca e sviluppo

Quali sono i progetti e gli investimenti ammessi?

I progetti di ricerca e sviluppo valgono per le aziende di qualsiasi settore e si riassumono in:

  • Lavori sperimentali o teorici per l'acquisizione di nuove conoscenze;
  • Ricerche pianificate o indagini critiche per la messa a punto di nuovi prodotti, processi e servizi o per migliorare quelli già esistenti;
  • Acquisizione, combinazione, strutturazione e utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica e commerciale, realizzazione di prototipi;
  • Produzione e collaudo di prodotti, processi e servizi che non siano impiegati o trasformati per applicazioni industriali o per finalità commerciali;
Gli investimenti ammessi:

  • Costi relativi al personale;
  • Quote di ammortamento per le spese di acquisizione o utilizzo di strumenti e attrezzature di laboratorio;
  • Spese relative a contratti di ricerca stipulati con università, enti di ricerca e organismi equiparati, e con altre imprese, comprese le start-up innovative;
  • Competenze tecniche e privative industriali (costi per brevetti)

Un esempio concreto


  • L'Azienda Mario Rossi fattura 1.000.000 €;
  • Il progetto consentito è pari al 15% del fatturato, esattamente 150.000 €;
  • Il credito d'imposta pari al 50% del progetto corrisponde a 75.000
Detrazione consentita come credito d'imposta

In base alla legge 6 novembre 2012 n. 190 e s.m.i, puoi decurtare direttamente dal modello F24 fino al raggiungimento dell’importo di 75.000 €, convalidato da un Revisore dei conti incaricato dall'Università.

Se desideri maggiori informazioni o vuoi valutare il tuo potenziale credito d’imposta riferito al fatturato 2017, compila il modulo o chiamaci.

F24 credito d'imposta
 

Vuoi ricevere maggiori informazioni?

Compila il modulo che trovi in questa pagina ed attendi una nostra chiamata, oppure chiama il numero +39 0332 154 3100 saremo lieti di fornirti tutte le informazioni per una eventuale adesione al nostro programma di consulenza per attività di ricerca e sviluppo consentendoti così di utilizzare anche il tuo credito d'imposta.

 
 
PARTNER